Introduzione visComunicato a cura dell'ufficio stampa del Comune di Riva del Garda 

Un anno e mezzo di duro lavoro, di allenamenti, di fatica. Tanto è costato a Bruna Pesole, giovane atleta dell'Amici Nuoto Riva, abbassare di circa 50 centesimi il suo tempo sui 50 stile libero e raggiungere il notevole 27 secondi e 16 centesimi (conseguito il primo giugno a Verona al secondo Trofeo «Alberto Castagnetti») che le è valso il vertice della graduatoria stagionale di categoria e la convocazione in Nazionale alla Mediterranean Cup 2015 (Coppa Comen), ad Alessandropoli in Grecia il 4 e 5 luglio. 

 Bruna Pesole nella tarda mattina di giovedì 25 giugno è stata accolta in municipio dal sindaco Adalberto Mosaner per le sentite congratulazioni e un caloroso in bocca al lupo.

A pochi giorni dall'esame di Stato conclusivo delle scuole medie, il più importante esame sportivo della sua promettente carriera agonistica. Un anno davvero speciale per Bruna, che domenica scorsa ha conquistato anche il record regionale di categoria nei 100 stile libero, 59 secondi e 11 centesimi, grazie al quale è arrivata al secondo posto della graduatoria nazionale. Ed ora, in vista dell'importantissima gara in Grecia, il saluto, i complimenti e l'in bocca al lupo del sindaco Adalberto Mosaner e idealmente di tutta la città. In municipio Bruna Pesole è stata accompagnata dai genitori, Ersilia Bonincontro e Vittorio Pesole, e dai vertici dell'associazione sportiva Amici Nuoto Riva: il presidente Luciano Rigatti, la sua allenatrice Lorella Danti e il viceallenatore Nicolò Rigatti.

«Sono felice, adesso la mia speranza è che vada tutto bene» ha detto Bruna al sindaco, prima di ricevere un piccolo omaggio, segno dell'ammirazione e della stima della sua città: la stampa di un disegno d'epoca che raffigura Riva del Garda. Alla domanda «Sei pronta?», Bruna – che come sa chi la conosce, è persona di poche parole – non ha avuto un istante di esitazione prima di rispondere «Sì!». E lo staff di ANR non nasconde di aspettarsi sorprese molto positive alla gara greca. Bruna, che si sta allenando al ritmo di quattro ore al giorno, due al mattino e due al pomeriggio, partirà mercoledì primo luglio alla volta di Roma, per il concentramento della Nazionale. Da lì il giorno successivo la partenza per Alessandropoli, città di 66 mila abitanti della Macedonia orientale, poco distante dal confine con la Turchia. Alla manifestazione parteciperanno 26 atleti italiani della categoria Ragazzi (13 femmine nate nel 2001 e 2002 e 13 maschi nati nel 1999 e 2000), che si confronteranno con i pari età delle Federazioni affiliate alla Confederation Mediterranéenne de Natation. 

Assieme all'omaggio, il sindaco ha consegnato a Bruna un biglietto che così recita: «Le mie più vive congratulazioni sono certamente quelle della nostra città, che da tempo ha imparato a conoscere le gesta sportive di Bruna Pesole, e che ora ha un importante motivo in più per stimare la nostra bravissima atleta».

«Bruna ha delle grandi abilità tecniche – ha spiegato la sua allenatrice, Lorella Danti – e una grande galleggiabilità, che sono doti innate: o le hai o non le hai. Fin da piccola nuota come una campionessa, e mi ricordo quando l'ho vista per la prima volta, giovanissima: !Questo è nuotare”, ho pensato».

«Una caratteristica tutta sua è di non nuotare mai contro qualcuno ma sempre contro il cronometro – ha detto il presidente di ANR Luciano Rigatti – e questa è una qualità che denota una maturità superiore alla sua età. Bruna è insolitamente socievole anche con le avversarie, umile e aperta, e anche questo è un elemento che denota la stoffa del campione».